frima franco mancini


profilomostrepubblicazionirecensionicontatti


MOSTRE

CIELI E TERRE DELLE MARCHE

COME UN'ONDA

TEVERE IN BLU

EDEN SEGRETO

STRAVAGANZE ROMANE

IL SONNO DEI PLATANI

I LUOGHI DEL SILENZIO

IL MARE ASSENTE

DIALOGO SULLA FORMA - MATERIE METAFORE SILENZI

FRAGORI & STILLICIDI

SCENA MINIMA

PIENI E VUOTI IN UN LABORATORIO DI IMMAGINI

LUCI E OMBRE D'AMORE E DI FOLLIA

CONTAMINAZIONI

GRUMI DI SILENZIO - LA MERAVIGLIA DEL QUOTIDIANO

MOSTRE COLLETTIVE

FRAGORI E STILLICIDI - 2004

Una sequenza di immagini a colori: non altro che altrettanti volti, ritratti dell'acqua. E' il modo di Franco Mancini di "entrare" silenziosamente (ma in profondità) nei paesaggi cogliendone, con il suo inconfondibile scatto classico e attento alle geometrie poetiche del fotogramma, forme che dissolvono le coordinate spazio/temporali dell'oggetto indagato. Così da un immagine che ritrae la goccia che si riflette in sè stessa gettandosi in uno specchio d'acqua - a congelare il cerchio magico del suo "tuffo" - si passa a un altra in cui ci appaiono onde giganti che attraversano il rettangolo di ripresa senza raggiungere alcuna riva. Stillicidi e fragori, per l'appunto. Questo omaggio all'acqua, alla sua dolcezza e alla sua rabbia impetuosa, svela o rivela nuovamente la sensibilità di questo autore per l'elemento naturale che assume, come in questo caso, grazie ad immagini eleganti, tutta la forza di un regalo prezioso, quanto antico e misterioso.

F. Vitale